Ridurre i Resi con Descrizioni Prodotto Accurate

I resi degli acquisti online rappresentano una sfida sempre più impellente per il successo e la redditività degli e-commerce di moda.

Secondo un recente studio di Forbes, la gestione di un reso può costare fino al 66% del valore del prodotto venduto online, un dato che evidenzia la necessità di ridurre in ogni modo questi costi e, di conseguenza, il numero di resi.

Ma come si riducono i resi? Certamente le variabili in gioco sono molteplici, ma uno dei tasselli fondamentali è tanto semplice quanto profondamente impattante: descrizioni prodotto accurate, dettagliate e complete.

IlSole24Ore sottolinea che nel fashion circa metà dei resi deriva da descrizioni e misure riportate in modo inadeguato o errato. Anche secondo TrustedShops e HSBC le descrizioni dei prodotti hanno un impatto molto significativo sulla quantità di resi.

L’esperienza di Fashion Words conferma e rafforza queste conclusioni: in svariati casi abbiamo ottenuto riduzioni sorprendenti nella quantità di resi semplicemente migliorando le descrizioni prodotto. Abbiamo parlato di due di queste situazioni nel Case Study che trovi a questo link.

Se, dunque, la qualità delle descrizioni prodotto gioca un ruolo fondamentale nell’abbattimento dei costi dovuti ai resi, quali sono le criticità ricorrenti che aumentano la probabilità che un consumatore si trovi a dover restituire il suo acquisto?

Fashion Words ha rilevato almeno quattro diverse situazioni critiche da evitare nel proprio e-commerce moda:

1- Descrizioni troppo sintetiche

Frasi come "T-shirt girocollo in cotone" sono eccessivamente vaghe. Una descrizione efficace, infatti, necessita di dettagli più precisi: in questo caso sul tipo di cotone, sulla vestibilità, sulle caratteristiche uniche di quel prodotto come stampe, particolari lavorazioni, possibilità di abbinamento e così via. Senza questi elementi, il cliente resta nel dubbio, e questa ambiguità si traduce in un aument

2- Descrizioni abbreviate

Titoli come "hood cott.fl." seguiti da una foto e nient’altro lasciano troppo spazio all'interpretazione. "Fl." potrebbe significare “flannel” o “fleece”, creando confusione nell’utente finale. Le abbreviazioni possono far risparmiare spazio, ma a discapito di chiarezza e comprensione, due elementi fondamentali nell'acquisto di prodotti online.

3- Descrizioni emozionali che mancano di informazioni pratiche

Frasi evocative, che catturano subito l’immaginazione senza però fornire dettagli concreti, relativi ad esempio alla vestibilità o a un particolare tipo di tessuto, possono essere fuorvianti. In fase di acquisto, i consumatori desiderano immergersi nell'esperienza del brand, ma necessitano anche di dati tangibili per fare una scelta informata e precisa.

4- Descrizioni errate o poco chiare

Nella nostra esperienza ci è capitato più volte di incappare in descrizioni prodotto sbagliate o poco chiare, come ad esempio la descrizione degli inserti di una calzatura che riporta “in tessuto tecnico” anziché “in pelle”, oppure una vestibilità descritta come “narrow” per un pubblico dove il lettore medio non è sicuro di cosa significhi questo termine. Queste sviste possono creare un disagio all’utente finale: nel primo caso, i consumatori attenti all’acquisto di prodotti cruelty free non esiteranno a restituire il prodotto, nel secondo caso, scrivere “narrow” anziché “leggermente più aderente” comporterà un alto rischio di fraintendimento e, quindi, di acquisto sbagliato, con conseguente richiesta di reso.

In Fashion Words affrontiamo queste sfide con un approccio metodico, assicurando che ogni descrizione sia precisa, informativa e coinvolgente. Una descrizione prodotto ottimale consiste in un perfetto bilanciamento tra storytelling e attenzione al dettaglio: è proprio questa sinergia che rende possibile una riduzione dei resi e la costruzione di un rapporto di fiducia duraturo con il cliente.

I risultati tangibili di questa strategia sono descritti nel Case Study che abbiamo effettuato: attraverso il miglioramento delle descrizioni abbiamo aiutato due marchi di moda a ridurre significativamente i loro tassi di reso — un brand giovane e dinamico ha visto i suoi resi calare del 13%, mentre un marchio di lusso ha ridotto i resi del 10%.

In conclusione, la gestione attenta e strategica delle descrizioni prodotto è essenziale per ridurre i resi e rafforzare la fiducia nel settore dell’e-commerce di moda. Affidandosi a Fashion Words, le aziende possono trasformare le descrizioni prodotto da semplici testi a strumenti potenti per migliorare la soddisfazione del cliente e ridurre i costi associati ai resi.

Share the Post:

Related Posts